Expo 2015 MiIano: e se poi ce la facciamo?

ce la facciamo o non ce la facciamo?

Deutsch: Logo Expo 2015
Logo Expo 2015 (Photo credit: Wikipedia)

Si, si ce la facciamo. Riusciremo a finire tutto per l’expo 2015, tralasciando al massimo qualche piccolo ammenicolo o particolare.

Se si ce la facciamo sono sicuro, nonostante gli scandali, nonostante l’andrangheta, nonostante le ruberie e la corruttela.

Si si ce la facciamo, nonostante tutto.

Ma la cosa non è ragione di soddisfazione o di italico orgoglio, anzi, secondo me se alla fine ce la facciamo ci sarebbero ottimi motivi per essere seccati, per dirla in maniera elegante.

Perchè?

Proprio perchè si sono superate tutte le vergognose magagne di cui sopra, ed alla fine si è fatto tutto ancora una volta in emergenza, con costi non chiari e responsabilità che, a dire poco, danno perplessità.

l’Expo 2015 è l’ennesima dimostrazione dei disfunzionamenti del sistema italiano nel suo complesso., e la dimostrazione sarà ancora più stridente se si riuscirà a finire tutto per tempo, perchè significa che realmente buttiamo via capacità per la insulsa connivenza con malaffare, malapolitica e stolido menefreghismo.

Se davvero tutto sarà finito per tempo allora significa che tutto poteva essere fatto in tempi e modi  molto piu comodi e, probabilmente, con costi più bassi. Altro che esempio delle grandi capacità italiane, un esempio dello scempio che in Italia si fa del lavoro e delle professionalità pur esistenti, in nome di una vergognosa inettitudine gestionale e insensibilità colpevole della popolazione, cioè di tutti noi.

Rimangono aperte su Expo altre domande… finita la struttura sapremo gestirla? e cosa succederà alla fine di expo, l’ennesima cattedrale nel deserto? Milano saprà dare una immagine di se che non sia quella di una triste e grigia città industriale? E quanti episodi imbarazzanti dovremo contare, dai prezzi gonfiati a ristoranti e negozi, ai taxi che richiedono cifre esorbitanti…( andiamo tutte cose già viste in passato, e non solo in presenza di eventi, basta essere stranieri).

Nulla di positivo quindi? Spero di no, magari alla fine come la fenice risorge dalle ceneri riusciremo a imparare un poco della lezione ed iniziare a cambiare in meglio.

Comunque io come visitatore ci sarò, perchè come direbbe l’Onorevole Crozza-Razzi l’Expo è bello 🙂

Antonio Ieranò
CSO, Cyber Security Architect, technical evangelist, consultant, writer, journalist and trainer
I am a Security Manager and architect, CSO, BDM, marketing specialist, and tech evangelist with over 20 years of experience serving as a community liaison, subject matter expert, and high-profile trainer for key technologies and solutions. My experience includes acting as the public face of Huawei technology and before Cisco security technologies; leading pan-European technical teams in development of new Cisco security products; and serving as a key public speaker and trainer on behalf of new high-tech products. My expertise spans IT development and implementation, marketing strategy, legal issues, and budget / financial management.

Specialties and Executive Expertise
IT Strategy, Technical Audits, Enterprise Architecture & Applications, Technical Sales Liaison, Solution Architecture, Network Design, Architecture, & Security, Vulnerability Assessment & Management, Systems Engineering, Data Privacy, Cloud Computing, Marketing Strategy, Budget Management, Social Media Marketing, High-Impact Presentations,incident handling, Forensics, Italian companies, Authentication, Infrastructure security, Security manager, Security issues, Attacks, Security infrastructure, Data encryption

Security and Technical Advisoring
Project Management
Business Development and Marketing

To the official site of Related Posts via Taxonomies.

CC BY-NC-SA 4.0 Expo 2015 MiIano: e se poi ce la facciamo? by The Puchi Herald Magazine is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.